Omaggio di Maria Teresa Liuzzo al poeta ELDAR AKHADOV


Eldar Akhadov
Secondo il famoso poeta e insegnante di Cambridge (Regno Unito) Richard Berengarten: “Eldar Ahadov è un eccezionale poeta azerbaigiano che scrive in russo”. Eldar Akhadov è un poeta, scrittore di prosa, ricercatore letterario, nato a Baku nel 1960. È autore di 75 libri in russo, inglese, azero, italiano, spagnolo e serbo. Eldar è vincitore del premio internazionale “Per la gentilezza nell’arte”, “Silver Pen of Rus’”, medaglia d’argento dell’Eurasia, nomination – “per preservare l’identità nazionale nelle opere letterarie”, Premio Letterario del Governatore dello Yamalo-Nenets Okrug autonomo, premi letterari in Germania, Italia, Spagna, Cina, Venezuela, Serbia e altri paesi.
L’ALBERO
Colpi di artiglieria. Note del Foxtrot.
Bruciano villaggi e antichi manoscritti.
E solo l’albero fuori dalla finestra continua ad aspettare.
Ogni volta che lo guardi.

La mente si oscura. Il ghiaccio si sbriciola.
Sorge una luna infuocata.
E solo l’albero fuori dalla finestra continua ad aspettare.
Ogni volta che lo guardi.

Vaghi in giro per giorni e giorni.
Mura davanti a te.Muri dietro dite.
Tutto è inutile.
E solo l’albero fuori dalla finestra continua ad aspettare.
Ogni volta che lo guardi.

Gli echi si trasformano in un abisso acquoso.
Il tempo crolla e svanisce.
E solo l’albero fuori dalla finestra continua ad aspettare.
Ogni volta che lo guardi.

Ti trasformi in neve che cade.
In un sussurro nell’oscurità.
Ma l’albero fuori dalla finestra continua ad aspettarti
Perché questo albero è proprio come te.
Traduzione initaliano a cura
di Claudia Piccinno
Come un lampo estivo che lampeggia nel buio,
come il caldo bagliore delle candele all’alba,
i tuoi occhi sono così luminosi, hanno la scintilla,
con ciglia sul cielo elaborate…
Fluttuerò lontano, e sopravviverò ancora una volta
il fuoco dentro di me, brucia così forte,
tu sorridi e mi guardi mentre torno vivo,
e non avrò mai bisogno di una luce diversa.
Traduzione in italiano
di Anna Ferriero
Pinus eldarica – il pino di Eldar
 
Dove il sole sorge dietro le cime
e il mare si allunga lontano
da sotterra, il pino innalza
la sua corteccia al cielo.

Non il gelo, non l’arsura,
neppure il vento sono riusciti a scalfirla.
Mani conifere volte alle nuvole
e radici profondamente ancorate al manto
talmente forti da sovrastare i monti.
 
Traduzione in italiano
di Valentina Meloni

SPERANZA
Non cercare il tuo tempio né in terra né in cielo.
Il tuo tempio è in te.
Non tutti conoscono il loro Tempio.
Non tutte le persone che lo conoscono vedono la Sua luce.
Non tutti quelli che vedono la luce raggiungeranno il Tempio.
Ma tutti hanno speranza.
Traduzione initaliano a cura
di Claudia Piccinno
SARACENA
Il vento gioca con i fili della pioggia
Sui tetti colorati di Saracena,
così il sole e il chiaro di luna giocano
sui tetti, come sulle chiavi di un organo.
Oh Saracena! Nel tuo petto
Vive il cuore che porta il nome.
Santa Maria del Gamio — chiese,
nate nelle grigie profondità dei secoli…
Qui, tra le montagne, vive l’anima di Vincenzo
sacerdote, poeta, patriota.
Quando la nebbia turbina e si alza
Nel profondo blu dell’alba,
quando le nuvole scorrono nell’azzurro,
e le loro ombre strisciano sullaterra,
mi sembra che la voce di Vincenzo,
le sue poesie sul santo amore
per il popolo e la terra del suo nativo
parlino degli spazi apertidellaCalabria…
Traduzione in italiano
di Maria Miraglia
L’AMORE E IL MARE
L’amore,
amore,amore,
amore mio,
amore…
ti sussurra mare agitato,
amore mio, amore…
cammini lungo la riva
e Il mare
bacia
le impronte
dei tuoi piedi
sulla sabbia bagnata di passione…
amore mio, amore…
Sussurra il mare agitato
Traduzione in italiano
dell’autore